Passa al contenuto principale

Termini e Condizioni

Dichiarazione di non responsabilità: il seguente modello è stato creato da un avvocato (https://drschwenke.de) in conformità con i requisiti tipici di un negozio online. Tuttavia, dovresti applicare il modello solo dopo un attento esame e adattamento al tuo modello di business specifico. Per aiutarvi a farlo, il seguente modello contiene note aggiuntive a cui attenersi nonché passaggi rossi che richiedono particolare attenzione e, ove applicabile, adattamento. Elimina le note dopo aver completato il modello. Richiedi una consulenza legale se non sei sicuro su elementi particolari. Copyright: puoi utilizzare il modello solo all'interno del rispettivo dominio/sito web se quest'ultimo è coperto dalla tua licenza Marketpress. È vietata la trasmissione di questo modello a terzi (compresi i clienti, ad esempio come sviluppatori).

Condizioni Generali (comprese le informazioni per i clienti)

1. Applicabilità
2. Offerte, descrizioni dei servizi
3. Procedura d'ordine, conclusione del contratto
4. Prezzi, spese di consegna
5. Consegna, disponibilità del prodotto
6. Termini di pagamento
7. Riserva di proprietà
8. Garanzia sul prodotto, garanzia
9. Responsabilità
10. Conservazione del contratto stesso
11. Considerazioni conclusive

1. Applicabilità
1.1. Il rapporto commerciale tra [inserire: DemoShop Ltd, proprietario: Tom Template, 1 Template Street, CAP Template City] (di seguito denominato "venditore") e il cliente (di seguito denominato "cliente") è esclusivamente regolato dalle seguenti Condizioni Generali nella versione in vigore al momento dell'effettuazione dell'ordine.

1.2. Un consumatore ai sensi delle presenti Condizioni Generali è qualsiasi persona fisica che conclude un negozio giuridico per uno scopo che non può essere prevalentemente attribuito né alla sua attività commerciale né alla sua attività professionale indipendente. Un imprenditore è una persona fisica o giuridica o una società di persone dotata di capacità giuridica che, quando conclude un negozio giuridico, agisce nell'esercizio della sua attività commerciale o professionale indipendente.

1.3. Condizioni divergenti del cliente non verranno riconosciute, a meno che il venditore non ne accetti espressamente la validità.

2. Offerte, descrizioni dei servizi
2.1. La presentazione dei prodotti nel negozio online è equiparata ad un invito ad effettuare un ordine e non ad un'offerta giuridicamente vincolante. Le descrizioni dei servizi contenute nei cataloghi o sui siti web dei venditori non devono essere equiparate né a una promessa né a una garanzia.

2.2. Tutte le offerte sono valide “fino ad esaurimento scorte” se non diversamente indicato nella rispettiva descrizione del prodotto. Salvo errori.

NB: Inserisci le etichette corrette dei pulsanti nella sezione seguente.
3. Procedura d'ordine, conclusione del contratto
3.1. Il cliente è libero di selezionare i prodotti di sua scelta dall'assortimento del venditore e di raccoglierli in un cosiddetto “carrello” utilizzando il pulsante [Aggiungi al carrello]. Il cliente può quindi procedere al carrello e modificare la selezione come richiesto, ad esempio rimuovendo un prodotto dal carrello. Una volta soddisfatto della selezione, il cliente può procedere alla fase finale del processo di ordine utilizzando il pulsante [Procedi alla cassa].

3.2. Quando il cliente fa clic sul pulsante [Effettua ordine (il pagamento verrà effettuato)], effettua una richiesta vincolante per l'acquisto della merce attualmente nel carrello. Prima dell'effettuazione dell'ordine il cliente può visualizzare e modificare i dati dell'ordine in qualsiasi momento e può anche utilizzare la funzione "Indietro" del proprio browser per tornare al carrello o interrompere il processo di ordinazione. Le voci essenziali sono contrassegnate da un asterisco (*).

3.3. Il venditore risponde inviando al cliente via email una conferma automatica di ricezione; la mail riepiloga l'ordine effettuato dal cliente e può essere stampata utilizzando la funzione “Stampa” (conferma d'ordine). La conferma automatica di ricezione documenta soltanto la ricezione dell'ordine del cliente da parte del venditore e non è equiparata all'accettazione dell'ordine. Un contratto d'acquisto vincolante si considera concluso solo se il venditore spedisce o consegna al cliente il prodotto ordinato entro 2 giorni o conferma la spedizione del prodotto ordinato entro 2 giorni inviando al cliente una seconda e-mail, una conferma d'ordine o una fattura .

3.4. Nel caso di clienti aziende, il suddetto termine per la spedizione, consegna o conferma dell'ordine è di sette giorni anziché due.

3.5. Se il venditore offre la possibilità di pagamento anticipato, il contratto si considera concluso nel momento in cui il cliente fornisce le proprie coordinate bancarie ed adempie alla richiesta di pagamento. Se, nonostante la scadenza e nonostante l'invio di un sollecito al cliente, il venditore non riceve il pagamento entro 10 giorni di calendario dall'invio della conferma d'ordine, il venditore ha il diritto di recedere dal contratto, rendendo così l'ordine non valido e liberandosi il venditore dall'obbligo di fornitura. A questo punto l'ordine si considera concluso senza ulteriori conseguenze né per il cliente né per il venditore. I prodotti per i quali è offerto il pagamento anticipato possono quindi essere prenotati per un massimo di 10 giorni di calendario.

4. Prezzi, spese di consegna
4.1. Tutti i prezzi indicati sul sito web del venditore sono comprensivi dell'imposta sul valore aggiunto (IVA) prevista dalla legge al tasso in vigore.

4.2. Il venditore addebita le spese di consegna in aggiunta ai prezzi indicati. Le spese di consegna sono chiaramente spiegate al cliente su una pagina web separata e durante il processo d'ordine stesso.

5. Consegna, disponibilità del prodotto
5.1. Se il cliente sceglie il pagamento anticipato, la consegna avverrà successivamente al ricevimento dell'importo della fattura.

5.2. Il venditore ha il diritto di recedere dal contratto se, per colpa del cliente, la consegna della merce non riesce nonostante tre tentativi di consegna. Eventuali pagamenti già effettuati dal cliente verranno rimborsati senza ritardo.

5.3. Il venditore ha il diritto di recedere dal contratto se il prodotto ordinato non è disponibile perché il venditore, senza sua colpa, non ha ricevuto il prodotto in questione dal suo fornitore. Se si verifica questa situazione, il venditore informerà immediatamente il cliente e, se necessario, offrirà di fornirgli un prodotto comparabile. Se non sono disponibili prodotti comparabili o se il cliente non desidera ricevere un prodotto comparabile, il venditore rimborserà immediatamente al cliente l'eventuale pagamento già ricevuto.

5.4. I tempi di consegna e le limitazioni di consegna (ad es. consegna in determinati paesi escludendo altri) vengono comunicati ai clienti su una pagina web separata o nella rispettiva descrizione del prodotto.

5.5 Nel caso di clienti che sono aziende, il rischio di perdita accidentale e deterioramento accidentale della merce passa agli acquirenti non appena il venditore ha consegnato la merce allo spedizioniere, al vettore o alla persona o istituzione altrimenti incaricata effettuare la spedizione; le date e le scadenze di consegna indicate, salvo altre promesse e accordi, non sono date fisse.

5.6 Il Venditore non è responsabile per ritardi nella consegna e nella prestazione dovuti a forza maggiore e a eventi imprevedibili che rendono la consegna notevolmente più difficile o impossibile per il Venditore nei confronti dei clienti che sono imprenditori, anche in caso di accordi vincolanti scadenze e date. In questo caso il Venditore avrà il diritto di posticipare la consegna o il servizio per la durata dell'impedimento più un congruo periodo di inizio. Il diritto di proroga del termine si applica anche ai clienti che siano imprenditori in caso di eventi imprevedibili che incidano sull'operatività di un prefornitore e per i quali né il prefornitore né il venditore sono responsabili. Durante il periodo di tale impedimento il cliente sarà liberato anche dai suoi obblighi contrattuali, in particolare dal pagamento. Se il ritardo è irragionevole per il cliente, il cliente può recedere dal contratto mediante dichiarazione scritta dopo un termine ragionevole da fissarsi dal cliente o previa consultazione reciproca con il venditore.

6. Termini di pagamento
6.1. Il cliente è libero di selezionare una delle modalità di pagamento disponibili durante il processo d'ordine; la loro selezione viene effettuata prima del completamento del processo d'ordine. I clienti vengono informati sui tipi di pagamento disponibili su una pagina web separata.

6.2. Se è disponibile il pagamento in acconto, il pagamento deve essere effettuato entro 30 giorni dal ricevimento della merce e della relativa fattura. Per tutti gli altri tipi di pagamento il pagamento completo deve essere effettuato in anticipo.

6.3. Se l'elaborazione del pagamento viene incaricata da fornitori terzi (ad esempio PayPal), si applicano i termini e le condizioni generali gestiti da tali fornitori.

6.4. Se la data di scadenza entro la quale deve essere effettuato il pagamento è definita come una data di calendario, il cliente verrà considerato in mora non appena non rispetta tale data di scadenza e sarà passibile degli interessi di mora legali.

6.5. L'obbligo del cliente di pagare gli interessi di mora non impedisce al venditore di far valere altre pretese per danni da ritardo.

6.6. Il cliente ha diritto alla compensazione solo se le sue contropretese sono giuridicamente valide o riconosciute dal venditore. Il cliente può far valere il diritto di ritenzione solo se le sue pretese risultano dallo stesso rapporto contrattuale delle pretese del venditore.

7. Riserva di proprietà
Il venditore conserva la proprietà della merce fornita fino al completo pagamento.
Per i clienti imprenditori vale inoltre quanto segue: il venditore conserva la proprietà della merce fino al completo pagamento di tutti i crediti derivanti dal rapporto commerciale in corso; l'acquirente è tenuto a trattare con cura l'oggetto acquistato finché la proprietà non gli è ancora passata. In particolare è tenuto ad assicurarlo adeguatamente a proprie spese contro furto, incendio e danni causati dall'acqua al valore di sostituzione, se ciò è appropriato o consueto nel settore. Qualora fossero necessari lavori di manutenzione e ispezione, l'Acquirente dovrà eseguirli in tempo utile a proprie spese. La lavorazione o la trasformazione della merce soggetta a riserva di proprietà da parte del cliente viene sempre eseguita per conto del venditore. Se la merce riservata viene lavorata con altri oggetti non appartenenti al venditore, il venditore acquisirà la comproprietà della nuova cosa in proporzione al valore della merce riservata rispetto agli altri oggetti lavorati al momento della lavorazione. Per il resto vale per la cosa creata mediante lavorazione la stessa cosa che per la merce soggetta a riserva di proprietà. Il cliente cede il credito anche a garanzia dei crediti nei suoi confronti sorti nei confronti di terzi in seguito al collegamento della merce riservata con un immobile. L'accesso di terzi ai beni di proprietà o comproprietà del venditore dovrà essere immediatamente segnalato dal cliente. Eventuali costi per un'azione di terzi o costi per una liberazione extragiudiziale derivanti da tali interventi sono a carico del cliente. Il cliente ha il diritto di rivendere la merce soggetta a riserva di proprietà nel normale svolgimento dell'attività. Il cliente cede già a titolo di garanzia al venditore tutti i crediti derivanti dalla rivendita o da altri motivi giuridici relativi alla merce riservata (compresi tutti i crediti a saldo del conto corrente). Il Venditore autorizza revocabilmente il Cliente a riscuotere i crediti ceduti al Venditore per suo conto e in nome proprio. Questa autorizzazione di addebito diretto può essere revocata se il cliente non adempie correttamente ai suoi obblighi di pagamento. Il Venditore si impegna a svincolare le garanzie a cui ha diritto su richiesta del Cliente quando il loro valore totale di vendita supera la somma di tutti i crediti pendenti del Venditore derivanti dal rapporto commerciale di oltre 10% (o di oltre 50% se esiste rischio di liquidazione). La scelta delle garanzie da svincolare spetta al Venditore. Con la liquidazione di tutti i crediti del venditore derivanti dalle operazioni di consegna, la proprietà della merce soggetta a riserva di proprietà e i crediti ceduti passano all'acquirente. La scelta delle garanzie da svincolare spetta al venditore.

8. Garanzia e garanzia del prodotto
8.1. La garanzia (responsabilità per difetti) sarà determinata in conformità alle disposizioni di legge, fatte salve le seguenti disposizioni.

8.2. La merce fornita dal venditore è soggetta a garanzia solo se il cliente è stato espressamente informato di tale garanzia e delle sue condizioni prima dell'inizio del processo di ordinazione.

8.3. Se il cliente è un imprenditore, è tenuto a ispezionare la merce senza indebito ritardo, fatti salvi gli obblighi di denuncia dei difetti previsti dalla legge, e a comunicare per iscritto al fornitore eventuali difetti materiali visibili senza indebito ritardo, al più tardi entro due settimane dalla consegna. e di eventuali difetti materiali non visibili senza indebito ritardo, al più tardi entro due settimane dalla scoperta. Differenze di qualità, peso, dimensione, spessore, larghezza, attrezzatura, modello e colore consuete nel commercio e consentite secondo gli standard di qualità o deviazioni minori non costituiscono difetti.

8.4. Se il cliente è un imprenditore, la scelta è tra la rettifica o la successiva consegna della merce difettosa da parte del venditore.

8.5. Nonostante le disposizioni sulla responsabilità delle presenti Condizioni Generali, i difetti materiali cadono in prescrizione un anno dopo il trasferimento del rischio per i clienti che sono imprenditori, a meno che non siano prescritti termini più lunghi dalla legge, in particolare nel caso di disposizioni speciali per il ricorso a l'imprenditore. Per i beni usati è esclusa la garanzia dei clienti che sono imprenditori.

8.6. Se il cliente, che è un imprenditore, ha installato la cosa difettosa ai sensi del § 439 comma 3 del Codice civile tedesco (BGB) su un altro oggetto o l'ha fissata su un altro oggetto in conformità al suo tipo e alla destinazione d'uso, il il venditore non è tenuto, previo accordo espresso e fatti salvi gli altri obblighi di garanzia, a rimborsare al cliente le spese necessarie per la rimozione dell'oggetto difettoso e l'installazione o il fissaggio dell'oggetto riparato o consegnato esente da difetti entro l’ambito dell’adempimento successivo. Di conseguenza, il Venditore non è nemmeno tenuto a rimborsare le spese per la rimozione dell'oggetto difettoso e per l'installazione o il fissaggio dell'oggetto riparato o consegnato privo di difetti nell'ambito di un ricorso da parte del Cliente all'interno della catena di fornitura (cioè tra i Cliente e i suoi clienti).

9. Responsabilità
9.1. Le seguenti esclusioni e limitazioni di responsabilità in relazione alla responsabilità di risarcimento del venditore si applicano indipendentemente da altri criteri di ammissibilità previsti dalla legge.

9.2. Il venditore risponde illimitatamente se il danno è stato causato con dolo o colpa grave.

9.3. Il venditore è responsabile anche per negligenza lieve che comporta la violazione di obblighi fondamentali la cui violazione mette a repentaglio l'adempimento dello scopo contrattuale e per la violazione di obblighi il cui adempimento è un prerequisito per la corretta esecuzione del contratto e su cui normalmente il cliente può fare affidamento . In questo caso la responsabilità del venditore è comunque limitata ai danni prevedibili e tipici della tipologia del contratto in questione. Il venditore non è responsabile per negligenza lieve che porta alla violazione di obblighi diversi da quelli menzionati nelle frasi precedenti.

9.4. Le limitazioni di responsabilità di cui sopra non si applicano ai danni alla vita, al corpo o alla salute, ai difetti rilevati dopo l'accettazione di una garanzia relativa alla natura del prodotto o ai difetti tenuti segreti con dolo. La responsabilità ai sensi della legge tedesca sulla responsabilità per prodotti difettosi rimane inalterata.

9.5. Nella misura in cui la responsabilità del venditore è esclusa o limitata, tale esclusione e/o limitazione vale anche per la responsabilità personale dei dipendenti, rappresentanti e agenti.

10. Conservazione del contratto stesso
10.1. Durante l'ultima fase del processo di ordinazione (ovvero prima dell'ordine al venditore) il cliente può stampare il contratto con l'ausilio della funzione di stampa del proprio browser.

10.2. Il venditore invierà inoltre al cliente una conferma d'ordine contenente tutti i dati dell'ordine all'indirizzo e-mail fornito dal cliente. Inoltre, il cliente riceverà una copia delle condizioni generali del venditore (compresa la politica di cancellazione del venditore e le informazioni sui costi di spedizione e le condizioni di spedizione e pagamento del venditore) insieme alla conferma dell'ordine o al più tardi al momento della consegna della merce . Se sei registrato al nostro negozio potrai visualizzare gli ordini che hai effettuato nel tuo profilo. Inoltre memorizziamo il contratto nel tuo profilo ma non lo rendiamo accessibile su Internet.

10.3. I clienti che sono imprenditori possono ricevere i documenti contrattuali via e-mail, per iscritto o tramite riferimento a una fonte online.

11. Considerazioni conclusive
11.1. Se l'acquirente è un imprenditore, fatti salvi altri accordi o disposizioni imperative di legge, il luogo di adempimento è la sede del venditore, mentre il foro competente è la sede del venditore se il cliente è un commerciante, una persona giuridica di diritto pubblico o un fondo speciale ai sensi diritto pubblico o se l'acquirente si trova nel paese in cui ha domicilio il venditore non ha alcun foro competente generale. È riservato il diritto del venditore di scegliere un altro foro competente ammissibile.

11.2. Per gli imprenditori si applica il diritto della [Repubblica Federale di Germania/Repubblica d'Austria] ad esclusione del diritto di vendita delle Nazioni Unite, purché non vi siano disposizioni di legge cogenti contrarie.

11.3. La lingua del contratto è il tedesco.

NB: Si prega di notare di seguito che il collegamento a http://ec.europa.eu/consumers/odr/ deve essere cliccabile
11.4. Piattaforma dei consumatori della Commissione Europea per la risoluzione delle controversie online (ODR): http://ec.europa.eu/consumers/odr/. Non siamo né disposti né obbligati a partecipare a procedimenti di risoluzione delle controversie dinanzi a un collegio arbitrale dei consumatori.

0
    0
    carrello della spesa
    Il Carrello è vuotoRitorno al negozio